Corna per le feste: il “regalo” più gettonato tra le coppie!

Il Natale, a quanto pare, non risulta far diventare tutti più buoni ma decisamente più cornuti...

Tradimenti sotto le feste

In questo periodo dell’anno i social network risultano intasati da selfie natalizi dove cappellini da babbo natale, rami di vischio, barbe finte e corna d’alce versione cerchietto si sprecano.

Ecco… Visto che l’amore sarà pur cieco ma la sfiga ci vede benissimo, date retta a una povera stronza: saltate l’ultimo step! Già i tradimenti abbondano più delle verruche in palestra, ma tirarsela addosso stile zappa sui piedi… Anche no.

È un po’ come la figura del malato immaginario, avete in mente? A furia di lamentarsi di non star bene prima o poi ce la si gufa! Eh sì amici… Questione di energie.

A giudicare dai dati rivelati da un sondaggio indetto tra gli iscritti del portale specializzato in tradimenti Incontri-ExtraConiugali.com, il 42% dei traditori seriali ha confessato di aver colto l’occasione del nevrotico marasma natalizio scandito dalla frenetica ricerca al regalo perfetto e all’organizzazione delle vacanze per trasformare il cornuto cerchietto in un bel paio di corna vere, in carne ed ossa.

Ah, vi aggiungo giusto un piccolissimo dettaglio che può esservi sfuggito al primo colpo d’occhio: il sito di cui sto parlando è solo ed esclusivamente per persone sposate. SPO-SA-TE.

Il Natale, a quanto pare, non risulta far diventare tutti più buoni ma decisamente più cornuti.

Per non parlare delle cene aziendali… Aaaah beh: lì parte proprio la sagra del cervo! Corna regalate a profusione, senza star troppo a guardare nel dettaglio: con qualche litro di vino in corpo anche il collega schifato per anni piuttosto che la socia considerata un po’ sfigatella diventano appetibili!

Una nota catena di lingerie e sex toys, la Ann Summers, su un campione di oltre 2000 adulti ha rilevato che il 39% delle persone ha confessato di aver avuto una scappatella “touch-and-go”con un/una collega durante un party organizzato per Natale, mentre oltre il 50% ha ammesso di aver baciato un collega di lavoro sempre nella medesima occasione. 50+39= 89%

L’89% dei partner alle cene aziendali per le feste (rigorosamente non accompagnati) in un modo o nell’altro qualcosa fa! Poco importa se si tratta di un’ora di limone duro stile festa delle medie nel bagno piuttosto che qualcosa di più approfondito. Il risultato è pur sempre lo stesso: FA!

Il tutto, ovviamente, mentre la moglie è a casa a portarsi avanti con la preparazione del paté, alle prese con la suocera o sulle note del film che il marito si sta comodamente guardando sul divano, ignaro dell’esistenza della sagra del cornuto.

Morale della favola, amiche e amici: non siamo qui per giudicare. Non l’abbiamo mai fatto e non cominceremo di certo a farlo ora.

Però… Però però però – e qui parlo ai cornificatori più che agli inconsapevoli cornuti: fatecelo un pensierino. Non penso vi abbiano puntato una pistola in testa il giorno del matrimonio. Probabilmente nessuno vi ha nemmeno offerto cifre da capogiro per portarvi all’altare quella che consideravate essere la persona che andava a completare la vostra vita. Un tradimento è un chiaro segnale di carenza di qualcosa nel rapporto, senza stare a puntualizzare di chi sia la colpa, ci mancherebbe. L’amore nasce, cresce, si sviluppa e la maggior parte delle volte muore.

Però… Però però però: un impegno è un impegno. Se non ve la sentite più, se davvero vi rendete conto che l’entusiasmo dell’arrivo delle vacanze di Natale e della cena aziendale non sia dettato dalla voglia di trascorrere il tempo con la vostra famiglia piuttosto invece dall’immagine della vostra collega di turno a novanta o del socio in affari che vi limona come non ci fosse un domani, beh… Fatevi un regalo: pensateci.

La vita è troppo breve per essere rovinata. E in questo caso ne state gettando nel cesso almeno 2: la vostra, quella della vostra ipotetica metà e, in caso, pure quella di eventuali bambini.

Ah, dimenticavo. Premettendo che il preservativo andrebbe usato a priori nei rapporti occasionali, se proprio volete piazzare ste corna e fare la bastardata, vi prego: abbiate almeno l’accortezza di farlo protetti.

State già rovinando la vita sentimentale della persona che vi aspetta a casa. Non entro nel merito, affari vostri, ma… Evitate di regalare, oltre che un paio di corna, anche qualche malattia.

Lì, uomo o donna che tu sia, non è più questione di amore perduto, passione svanita o becero tentativo di compensare in altri modi cercando “comprensione fisica” altrove: lì siete proprio semplicemente dei BASTARDI.

 

Detto questo, Buone Feste a tutti!

Cornificatori, cornuti e non.

Un’Amica in Affitto

 

PS- A tutte quelle donne che, sbirciando nei vari forum al femminile, hanno imposto al proprio marito di non andare alla cena natalizia dell’azienda, colte dal terrore di un tradimento occasionale, beh… Dico solo una cosa. Sarà anche vero che l’occasione rende l’uomo ladro, ma… Se la montagna non va a Maometto, allora Maometto va alla montagna. Che sia con la collega o la panettiera sotto casa poco importa: se vuole tradirvi, in un modo o nell’altro troverà il modo di farlo.

Tenerlo segregato in casa non cambierà la crisi che c’è tra voi.

Verissimo: tante persone, in maniera del tutto inaspettata e decisamente non preventivata, si ritrovano a tradire anche nel pieno di un rapporto che va a gonfie vele, entrando in totale conflitto con sé stessi. Beh, amiche mie: il destino è destino. Se deve capitare, capiterà: alla cena aziendale, al baretto sotto casa o alla fermata della metropolitana rientrando a casa dal lavoro.

Commenta